Home / Un saluto agli amici... / SULLA NUVOLETTA DI FANTOZZI, E’ SALITO PROPRIO LUI: PAOLO VILLAGGIO…
Italpane

SULLA NUVOLETTA DI FANTOZZI, E’ SALITO PROPRIO LUI: PAOLO VILLAGGIO…

La notizia che i TG hanno cominciato a diffondere stamattina è la scomparsa di Paolo Villaggio, attore, registra, scrittore, creatore di personaggi famosissimi che hanno accompagnato la nostra adolescenza, riuscendo ad incarnare i vizi e i difetti degli italiani. In questi momenti si sprecano i saluti al grande genovese, amato ed odiato al tempo stesso da chi non ha accettato di essere deriso e vedendo nella sua comicità e ironia un’arma. Ma di questo personaggio straordinario, che abbiamo conosciuto, noi di TERMINAL, negli anni della contestazione giovanile, ragazzi del Liceo, vogliamo ricordare, e lo facciamo anche per coloro che pensavano che in lui ci fosse solo quella voglia di soccombere e di ridere amaramente, l’uomo politico, con le idee che sono state condivise o osteggiate. Ecco un suo intervento televisivo, in una tribuna politica del 1987, anno in cui si candidò con Democrazia Proletaria. Un intervento il suo che lasciò sbalorditi gli spettatori che seguivano, a quell’ora, la trasmissione; ma che servì a rendere più umano e il tragicomico ragioner Fantozzi, perseguitato dalla sfortuna e dalla nuvoletta. La stessa nuvoletta, pensiamo noi, sulla quale per decenni siamo stati abituati, nelle vignette, a vedere seduti angioletti e “cari estinti”. Nonostante il suo dichiarato ateismo, non è difficile credere che a lui sia stata riservata, in una sorta di contrappasso, quella stessa nuvoletta sulla quale prenderà posto… e che noi, alzando gli occhi in cielo, possiamo vederlo lassù, sorridere così come moltissimi dei suoi sostenitori, si sono augurati nei messaggi di addio che hanno inondato il web… Addio anche da parte nostra, carissimo Paolo Villaggio, la tua comicità, la tua satira, la tua ironia hanno lasciato il segno….e noi ti siamo grati per quel che ci hai insegnato…

 

 

 

Rispondi