Home / Sport / TENNIS: IL FILARI DA SOLO AL COMANDO!

TENNIS: IL FILARI DA SOLO AL COMANDO!

MARCO MOTTA IN AZIONEIL NETTO 6 A 0 CONTRO IL TAORMINA REGALA LA VETTA SOLITARIA!

Con una prestazione maiuscola, fatta di cuore, grinta e tanto bel gioco, il Filari Tennis vince con merito lo scontro diretto con il Taormina e si proietta in cima alla classifica del girone 4. In una giornata di gran caldo i ragazzi del presidente La Fauci sono chiamati al primo big-match della stagione. La formazione è questa: 1. Alberto Caratozzolo; 2. Ben Davis; 3. Marco Maiorana; 4. Marco Motta. Primo ad entrare in campo il milazzese Marco Maiorana (nella foto di Marco Magazzú) che si vede opposto al 3.2 Fava. Il filarino gioca in modo propositivo e votato, come suo solito, all’attacco e con sicurezza porta a casa il primo punto di giornata per 6/2, 6/4. Qualche problema in più per Marco Motta  che sul campo 1 affronta Giuseppe Quattrocchi (3.2) e nonostante la buona vena del taorminese riesce a spuntarla con grinta e cuore rimontando un set di svantaggio e chiudendo con decisione 3/6, 6/4, 63. Sul centrale nel frattempo sono entrati i due n. 1: il filarino doc Alberto Caratozzolo contro Mario Quattrocchi (2.7). Caratozzolo sfodera una gran prestazione e a suon di vincenti porta a casa il successo con un perentorio 6/2, 6/2. Per ultimo entra in campo Ben Davis che affronta Luciano Lombardo (2.7). Altra prestazione di spessore per il neo filarino che con attacchi continui riesce ad avere la meglio sull’avversario con un sicuro 6/3, 6/1 e a mettere a segno il punto del 4/0. A questo punto il capitano mischia le carte, lascia in panchina Pietro La Fauci non ancora a meglio e schiera così i due doppi Alberto Caratozzolo / Angelo Giacobbe; Ben Davis / Andrea Conti, che affrontano rispettivamente Longo G. / Lombardo e Toscano / Fava. Entrambi gli incontri terminano dopo pochi games per il ritiro delle coppie taorminesi. Con questa vittoria il Filari Tennis si porta in testa alla classifica a punteggio pieno. Domenica prossima la delicata trasferta di Leonforte, con il dovere di tenere alta l’attenzione per proseguire il cammino intrapreso.

Rispondi