Home / Sport / TENNIS, IL GIOVANE MAIORANA NON FINISCE DI STUPIRE
Italpane

TENNIS, IL GIOVANE MAIORANA NON FINISCE DI STUPIRE

MAIORANALA CRONACA DI UN TORNEO IN CUI IL MILAZZESE BATTE ANCHE L’INFORTUNIO SUL CAMPO…
Quella che si è appena conclusa può sicuramente essere definita una settimana fantastica per il nostro concittadino Marco Maiorana: iscritto al torneo Open di Brolo partiva, come di consueto, dal tabellone riservato ai giocatori di terza categoria e subito come primo incontro si trovava di fronte un altro giovanissimo emergente, il siracusano Giovanni Macca (classifica 3.2), in quello che si poteva definire una sorta di spareggio, in quanto il vincitore si sarebbe guadagnato l’accesso al tabellone finale, ed al termine di una partita durissima, dopo aver annullato addirittura due macth point Marco si impone, alla fine, per 6/3, 4/6, 7/6. Dopo aver finalmente conquistato l’accesso al tabellone finale il sorteggio assegna a Marco una partita proibitiva sulla carta, il giovane siracusano Gabriele Lumera, (2.5 di classifica) e quindi di ben quattro categorie più forte; Marco invece paga nel primo set lo scotto emozionale che perde per 6/4, ma si riprende nei successivi, e, dopo aver preso, come sa ben fare, le redini del gioco, inizia a dominare gli scambi con il suo gioco fatto di attacchi e dritti devastanti, ed alla fine vince 6/3, 6/4 i restanti due set. E’ fatta! Adesso Marco si ritrova a dover affrontare una semifinale a dir poco proibitiva contro il fortissimo 2.5 catanese Cosimo Munzone, e nel pomeriggio di sabato si ritrova in campo con lui. Marco è particolarmente convinto ed ispirato e, dopo appena 16 minuti di gioco conclude già il primo set per 6/1. Munzone sembra stralunato e nemmeno vuol credere che quel ragazzotto lo abbia messo tanto in difficoltà imponendo la sua potenza sul campo. Nel secondo set Marco inizia con lo stesso piglio, e va avanti per 3/1, ma dopo una scivolata che gli procura una contrattura al quadricipite della coscia destra, è condizionato un po’ nei movimenti, al punto che Munzone rientra in partita e, approfittando del momento di difficoltà di Marco, passa a condurre 5/3. Le condizioni fisiche ed il punteggio avrebbero stroncato psicologicamente chiunque, ma a questo punto Marco compie un capolavoro: stringe i denti e riprende a macinare il suo gioco riuscendo prima a recuperare e subito a vincere il set 7/6 aggiudicandosi l’incontro e guadagnando l’accesso alla finale. La finale si svolge la domenica contro il giovanissimo trapanese (2/8) Giuseppe La Vela, ma Marco ha ormai ingranato la marcia e non ha intenzione di fermarsi ed al termine di un incontro bellissimo e spettacolare si impone con un doppio 6/4. Un plauso al nostro piccolo grande milazzese che continua a farsi onore ..
 

Rispondi