Home / MILAZZO / TONO, ATTENZIONE ALLA VELOCITA’ E ALLA STRADA!
Italpane

TONO, ATTENZIONE ALLA VELOCITA’ E ALLA STRADA!

incidente tonoPUBBLICHIAMO LA FOTO DI UN TREMENDO INCIDENTE DI UN ANNO FA, PER RIBADIRE LA NECESSITA’ DI UN’IDONEA SEGNALETICA.

Vedete le due macchine? Sono state fotografate subito dopo l’ennesimo incidente, al Tono, lo scorso anno. In questa parte di Milazzo, che ogni estate balza agli onori delle cronache “mondane” per l’esclusività della sua spiaggia (manco fossimo a Saint Tropez!) il traffico veicolare è elevatissimo. A renderlo tale la necessità di guadagnare tutti il metro quadrato di spiaggia alla ‘ngonia, un parcheggio ad minchiam, fuori dalla sede stradale, sul marciapiede o dove capita, e la sensazione di poter toccare con mano la parte estrema, pianeggiante ovviamente (perchè il Capo è leggermente sopra…) di Milazzo. Il tutto, fin dalle prime ore della mattina e fino a tarda sera. Ma per quale motivo abbiamo voluto riproporre quella foto, con le due auto incidentate? Intanto per ammonire chi pensa di guadagnare in quel tratto rettilineo di poco più di un chilometro il tempo che perderà imbottigliato nella rotatoria di Piazza San Papino, ad un determinato orario (provate per credere…); e al tempo stesso per far capire a chi pensa di trovare il suo metro quadro sul quale piantare l’ombrellone che la spiaggia è abbastanza lunga e capiente, può permettersi anche di arrivare in ritardo! Quindi, occhio alla velocità.

Ritornando alla foto: è chiaramente visibile che manca una segnaletica ORIZZONTALE che delimiti la carreggiata, specialmente sul lato OVEST. Sempre nella foto si vede il palo della pubblica illuminazione posizionato SU UN BASAMENTO che è UN OSTACOLO PERICOLOSISSIMO. Infatti sporge sulla carreggiata, anche se a distanza regolare rispetto al precedente o al successivo. Sono stati realizzati in quel modo, quegli spazi riservati alla sosta; delle rientranze verso il mare, guadagnando parcheggi, al di fuori della sede stradale, ma nessuno ha avuto l’accortezza di tracciare UNA STRISCIA BIANCA CHE DELIMITANDO LA CARREGGIATA, EVIDENZI ANCHE LA PRESENZA DI QUEGLI IMPROVVISI OSTACOLI, sui quali chiunque, per una causa qualsiasi, può andare a sbattere violentemente! Tempo fa ci siamo occupati, su questo stesso giornale, di un gravissimo incidente: un’autovettura che si era schiantata sul palo della pubblica illuminazione. Tutti intenti a cercare le cause, e come al solito tutti d’accordo nel dare la colpa al conducente, in nome del tanto declamato ERRORE UMANO. E’ probabile che ci sia stato un errore umano, ma nessuno ha puntato il dito contro le condizioni della strada, o sul fatto che quella sporgenza costituiva un imprevisto ostacolo. E non ci sembra che sia stato chiamato in causa chi non ha realizzato la segnaletica ORIZZONTALE, perchè per qualcuno quel palo o quello spigolo di marciapiede, una volta realizzati, sono dati per scontati, e bisogna fare attenzione a non finirci contro! Probabilmente l’esistenza di una semplice striscia, continua o discontinua, avrebbe potuto evitare il peggio! Riteniamo che sia giusto realizzarla, questa striscia: al Tono, come su tutta la litoranea, a levante o a ponente, dove la mancanza di segnaletica ORIZZONTALE invita a pigiare sull’acceleratore. In compenso, in via Birago qualcuno ha voluto esagerare con le delimitazioni a destra e a sinistra… Speriamo bene. Ma non ci contiamo: ci sarà sempre l’errore umano a essere messo sul banco degli imputati!

Rispondi