Home / Società / TRA GLI ABUSIVI DI FIUMARELLA: “NON CI POSSONO FARE NIENTE!”

TRA GLI ABUSIVI DI FIUMARELLA: “NON CI POSSONO FARE NIENTE!”

casa occupataNON SI TRATTA DI UNA DICHIARAZIONE ARROGANTE E PRESUNTUOSA, MA SOLO DELLA INTERPRETAZIONE DI UNA LEGGE APPROVATA NEL 2014 DAL GOVERNO RENZI… STATE UN PO’ A SENTIRE…

Quindi Renzi ha depenalizzato il reato di occupazione abusiva, con la legge delega 67 del 28 aprile 2014. E nessuno sapeva nulla… La norma, già pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, depenalizza il primo comma dell’articolo 633 del codice penale. “Contro chi occupa abusivamente si potranno fare solo cause civili. La durata media varia da 10 a 15 anni. Intanto noi rimaniamo qui e non ci sposta nessuno” ci dice uno degli occupanti che siamo riusciti a intervistare, e del quale, per ovvi motivi, non facciamo il nome. Ma tutti a Fiumarella sanno chi sono gli abusivi con i quali condividono quelle case che sono state assegnate venti anni fa dall’Amministrazione Pino. Non ci saranno sgomberi, e questo rende baldanzosi anche molti cittadini stranieri, che proprio nella Piana, secondo quel che abbiamo raccolto dalle testimonianze di qualche residente, approfittano delle assenze più o meno lunghe di persone anziane, ospiti dei figli o presso case di riposo, per introdursi nelle abitazioni e rischiare di diventare i proprietari! Per cui l’unica strada per rientrare in possesso del proprio immobile sembra essere la denuncia in sede civile! Siamo ai limiti della follia! Che potrebbe portare, proprio perchè di follia si sta parlando, a ricorrere ad una giustizia sommaria: cosa che tutti dicono di fare, ma che poi non farà nessuno, ovviamente! Ci dice un collaboratore di TERMINAL, che di professione è avvocato: “La legge delega 67 è stata approvata dai due rami del Parlamento, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, per cui c’è piena consapevolezza da parte del legislatore. C’è da pensare che di fronte alle richieste sempre più pressanti di una casa per tutti, ci sia la precisa volontà di legittimare le occupazioni e anche le invasioni. Non dimentichiamo, aggiunge, che in Italia ci sono centinaia di migliaia di cittadini stranieri, privi di alloggio. Quindi… “… Se vogliamo andare oltre, la legge elimina anche altre conseguenze penali: è possibile deviare un ruscello, un torrente, un fiume…  un po’ come succedeva nel selvaggio West, quando erano i ricchi allevatori a mettere in pratica certi metodi non certo ortodossi per impossessarsi dei terreni confinanti! E viene legittimata anche la variazione dei confini di un terreno! Che non è poco! Alla luce di queste innovazioni, gli abusivi ringraziano il Governo, e a Fiumarella potranno dormire sonni tranquilli! Tranne che i legittimi proprietari… 

1 Commento

  1. questo vale solo per le case popolari non riscattate da privati, in quel caso scatterebbe una denuncia penale e sarebbe altro. Piuttosto bisognerebbe ricordare che la regione Sicilia, già negli anni 90 aveva operato in tal senso, infatti molti soggetti, entrati abusivamente in alloggi delle case popolari a Vaccarella, non vennero mandati via in quanto bisognosi, anche se entrati forzando la serratura. Tra l’altro, la famiglia in questione “approfittò dell’appoggio” di un paio di personaggi noti di Milazzo, un politico ed un parroco……la storia non si cancella!

Rispondi