Home / Di tutto un pò / TROVA LA MULTA SUL PARABREZZA E MUORE PER STRADA!
Italpane

TROVA LA MULTA SUL PARABREZZA E MUORE PER STRADA!

Un anziano, P.G. invalido di 78 anni, è stato colto da un infarto fulminante mentre dialogava con i vigili urbani. L’uomo, che aveva parcheggiato in divieto di sosta, in zona carico e scarico merci, stava cercando di spiegare alla pattuglia di Polizia Municipale, che pochi minuti prima gli aveva fatto la multa, di essere dotato di autorizzazione per disabili. Sul posto in quella strada erano presenti due pattuglie che stavano effettuando i consueti controlli stradali, sanzionando tra l’altro altre auto parcheggiate in divieto.

L’uomo si è accasciato al suolo davanti alla sua auto, proprio davanti gli agenti della polizia municipale che hanno immediatamente chiamato l’ambulanza. Il fatto è accaduto nel comune di Castellammare del Golfo, dove è Comandante del Corpo di Polizia Municipale l’avv. Castrense Ganci. “La discussione tra l’anziano e i vigili era civile, calma, non abbiamo registrato nessun momento di tensione o agitazione, ha spiegato il Comandante della Polizia Municipale Castrense Ganci ad Alqamah.it che ha pubblicato la notizia. L’uomo stava cercando di mostrare il pass per disabili, ma non era per niente agitato, è stata una casualità. Siamo molto addolorati per la vicenda che non è per niente collegata alla multa nei suoi confronti. Anche gli agenti sono molto scossi e dispiaciuti. Abbiamo già espresso le nostre condoglianza alla famiglia dell’uomo. I colleghi hanno operato bene; con l’occasione ringrazio tutta la città per esserci stata vicina capendo il dramma vissuto della Polizia Municipale”.

Sul posto ieri pomeriggio anche i sanitari del 118, che non hanno potuto fare niente per l’uomo morto sul colpo, e il medico legale ha constatato il decesso. Sul posto anche i Carabinieri della locale stazione e gli agenti del Commissariato di P.S. che hanno transennato la zona. Il magistrato di turno ha appurato che si è trattato di morte naturale, escludendo correlazione tra il fatto della multa e la successiva morte dell’uomo.

Rispondi