Home / Un saluto agli amici... / UN ANNO FA LA SCOMPARSA DI LAUREATO FIGLIOMENI…

UN ANNO FA LA SCOMPARSA DI LAUREATO FIGLIOMENI…

FIGLIONEMI LAUREATOORIGINARIO DI FAVIGNANA, FU UN ALTRO DEGLI ARTEFICI DEI COLLEGAMENTI FRA MILAZZO E LE EOLIE…

Era nato a Favignana nel 1933, Laureato Figliomeni. Era arrivato anche lui a Milazzo per inaugurare il collegamento con le Eolie a bordo del traghetto SAVARESE. Un traguardo importante, visto che in quegli anni i collegamenti con le isole erano affidati solo alle vecchie navi che molti ricordano. Del SAVARESE era direttore di macchina, un ruolo che rivestì su tanti altri traghetti, fino al giorno del suo collocamento a riposo. E’ strano ricordare la figura di un uomo scomparso un anno fa: non perchè mi sia sfuggito il giorno del suo ultimo viaggio, tutt’altro. Ricordavo da decenni quel signore che abitava a due passi da casa mia, cordiale e disponibile, che quando mi incontrava spesso mi salutava per primo, e continuava a chiamarmi “Brigadiere”: riconoscimento per quel grado ricoperto nel Corpo di Polizia Municipale, che incuteva rispetto e timore per la severità nelle azioni di repressione. E’ strano perchè solo oggi collego la sua partenza con quella di un altro Figliomeni, Domenico, scomparso il 17 gennaio del 2015. Due mesi e mezzo prima di lui, che si era invece spento il 3 aprile dello stesso anno. E oggi è un anno che non c’è più… Mi viene da pensare, ma ne ho certezza, che in tutte le cose di questo mondo c’è un disegno divino. Penso al breve tempo per ricongiungersi, come se il vecchio Comandante avesse voluto ancora una volta con sé il suo direttore di macchina, l’uomo che conosceva i motori, che per lui non avevano segreti, e che assieme a lui era arrivato a Milazzo 45 anni prima…  E mentre vediamo lui, Domenico Figliomeni, che continua a scrutare il mare e l’immensità, in quell’ultimo viaggio verso una meta che solo Dio conosce, ci accorgiamo che anche l’altro Figliomeni, Laureato, controlla che i motori funzionino alla perfezione, perchè sanno che non ci saranno soste intermedie, e di strada ne dovranno percorrere tanta… Su Facebook la figlia di Domenico ha pubblicato una foto, in cui i due comandanti sono raffigurati uno a fianco all’altro. Sotto, una scritta: “I miei angeli per sempre!“. Sono il padre e il suocero, legati dallo stesso cognome, come tanti di Favignana… Sullo sfondo, il cielo ed il mare… che sia l’alba o il tramonto, non lo so… ma ci sono tutte le premesse per immaginare l’orizzonte e un viaggio lunghissimo, in cui il loro pensiero sarà per chi è rimasto a casa. Addio, Direttore… il suo “brigadiere” la ricorda sempre con affetto… 

 

Rispondi