Home / MILAZZO / ALBUM DEI RICORDI / UN RICORDO DI AURELIO VISALLI

UN RICORDO DI AURELIO VISALLI

Il 26 settembre 2020, un figlio della nostra terra di Sicilia, con la divisa della Marina, è stato risucchiato dalle onde sulla riviera di Ponente a Milazzo. Stava cercando di portare aiuto, direttamente dalla spiaggia, incurante del mare in tempesta, ad un ragazzo che si dibatteva fra i cavalloni e tentava di riguadagnare la riva. Aurelio Visalli, originario della vicina Venetico, in forza presso la Guardia Costiera di Milazzo, viene ritrovato privo di vita il giorno dopo.

Cosa ci rimane oggi di Aurelio Visalli, del suo gesto di altruismo, della sua azione eroica compiuta senza pensare alla sua vita? Solo delle parole d’amore nei suoi confronti, dei ricordi che si andranno ad affievolire con il tempo, o che saranno tramandati alle future generazioni. Ma che saranno invece nitidi e sempre vivi nel cuore di chi lo ha conosciuto e lo ha amato, di chi ha lavorato con lui condividendo momenti indimenticabili e di chi non lo vedrà più tornare al solito orario, o lo ha visto uscire per il suo turno quotidiano, attendendolo con ansia quando la telefonata annunciava che avrebbe fatto tardi…

Laura Marchese ha voluto interpretare i sentimenti di tutti coloro che avvertono la mancanza di AURELIO VISALLI, realizzando un quadro che le era stato commissionato: un gesto di altruismo da parte di una persona che vuole, tramite Laura, fare giungere alla famiglia Visalli, e a sua moglie in particolare, un ricordo del suo caro sposo. Un quadro in bianco e nero, come quel giorno triste che ha in un colpo cancellato tutti i colori; tutto è venuto meno quel 26 settembre. Cosa c’è più bello, di più suggestivo di un tramonto o dell’alba, che regalano al mare riflessi luminosi? Quel giorno la natura ha voluto stendere un velo sui suoi colori, per stringersi attorno al dolore di un’intera città…

Laura MARCHESE ha realizzato un piccolo capolavoro: Aurelio, quel ragazzo che abbiamo adottato come figlio, come padre, come fratello, è presente in ognuno di noi. Anche se quel ritratto sarà su una parete di casa sua, è un messaggio per tutti; un invito a stampare quell’immagine, in bianco e nero, e custodirla fra le nostre cose più care. Per guardarla, di tanto in tanto. Per pensare all’uomo ed al suo cuore immenso. Per invitare noi stessi a fare il bene, in ogni momento, senza chiederci il perchè. 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.