Home / Sport / Una lettera da L’AQUILA: un Milazzese scrive ai Milazzesi…

Una lettera da L’AQUILA: un Milazzese scrive ai Milazzesi…

AL CENTRO DELL’ATTENZIONE LA DISCARICA ABUSIVA (MA NON TANTO…) SUL LUNGOMARE DI PONENTE! 

“Caro Milazzo ti scrivo, così mi distraggo un po’, e siccome sei molto lontano più forte ti scriverò, da quando son partito c’è una GROSSA NOVITA’, l’anno vecchio è finito ormai e qualcosa ancora qui non va…”

Eh sì, da quando son partito abbiamo avuto questa bella sorpresa della discarica abusiva, che va ad aggiungersi ai milioni di problemi che già questa perla della natura doveva affrontare. Siamo sempre pronti a cercare di chi sia la responsabilità in ogni cosa che succede, ma, cari amici milazzesi, la responsabilità è solo la nostra, tutta la nostra.

La responsabilità è di gente come me che se ne è andata da Milazzo lasciandola e non potendo far nulla per la propria città, la responsabilità è di chi è rimasto e non ha fatto nulla per prendersi cura di ciò che madre natura ha dato alla nostra terra, la responsabilità è dei nostri avi che nulla hanno fatto per lasciarci un posto migliore per noi, la responsabilità è dei giovani che dovranno capire come affrontare tutto questo.

Cari amici, cari compaesani, voi che avete la possibilità di cambiare rotta, invertite il senso di marcia, mettetevi in gioco e portate Milazzo lì dove merita di essere, tra le città più belle d’Italia. Sì,  perché abbiamo un patrimonio che non ha nulla da invidiare a nessuna città d’Italia. Se mi permetto di scrivere queste parole è perché da ormai 10 anni vivo nei territori martoriati dai terremoti, e se a L’Aquila così come un tutti i territori del cratere non si è persa la speranza di risorgere, non vedo perché ciò debba accadere a Milazzo.

Ogni qualvolta si “scende” a Milazzo, la delusione e l’amarezza la fanno da padrona sempre di più, alleviate solamente dall’incontro con i propri cari. Prendete in mano il destino di Milazzo e fatene un CAPOLAVORO!

Un ringraziamento a lei Direttore che ci rende partecipe, anche se siamo lontani, della vita della nostra amata CITTA’.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.