Home / Comunicati / VALENTINA COCUZZA CHIEDE DI RICORDARE CASALAINA

VALENTINA COCUZZA CHIEDE DI RICORDARE CASALAINA

RiccardoCasalaina

UN COMUNICATO STAMPA DEL COMUNE CON CUI LA CONSIGLIERA, CON UNA SUA MOZIONE, PROPONE UNA INTITOLAZIONE STRADALE

Prot._n._396   21/09/2015. COMUNICATO STAMPA

 

La consigliera comunale Valentina Cocuzza ha presentato una mozione al sindaco ed ai consiglieri comunali per chiedere di ricordare la figura di Riccardo Casalaina individuando, nel territorio comunale, una Via/Piazza/Strada da intitolare alla sua persona e di intervenire per salvare la sua tomba al cimitero comunale che versa in condizioni di degrado. Nella mozione allegata la consigliera ricorda la figura del musicista, nato nel 1881 a Novara di Sicilia, diplomato in pianoforte e composizione nei conservatori di Palermo e Napoli, dotato di abilità non comune e molto stimato ed apprezzato dai grandi musicisti del tempo: lo stesso Mascagni gli fece dono con dedica della partitura di una sua opera. Il Casalaina fu un valente concertista, e diffuse le sue musiche in teatri molto rinomati, ricevendo ovunque grandi consensi, nonostante la giovane età. Fu ribattezzato dai maestri suoi contemporanei “IL MOZART DEI NOSTRI TEMPI”, dotato di una duttile ed inesauribile vena creativa, lascia un centinaio di lavori appartenenti ai generi più diversi, la cui elencazione va dalla dalla musica da camera (vocale e strumentale) a quella per pianoforte (a due e a quattro mani), dalle composizioni sacre ai pezzi per banda, dalla musica per orchestra alla musica popolare, alle composizioni per soli ed orchestra ed alle opere teatrali. Riccardo Casalaina fu legato alla città di Milazzo e sposò Dora Lucifero, figlia di un Barone milazzese. Morti nel terremoto di Messina del 1908, riposano nel cimitero di Milazzo. Nella sua mozione la Cocuzza richiede proprio la pulizia e la valorizzazione del cimitero, “per restituire dignità a tutti coloro che ivi riposano”. Quindi, riconoscendo il ruolo di Milazzo in campo musicale grazie ad una programmazione di eventi e manifestazioni sempre più ricca, e ritenendo che l’interesse verso la musica possa essere avvalorato nel tempo attraverso l’intitolazione di una strada ad un artista, si fa portavoce dell’appello di numerosi cittadini milazzesi che hanno chiesto a gran voce e attraverso convegni e dibattiti di non dimenticare la figura del grande musicista. Sollecita altresì la pulizia della tomba di Riccardo Casalaina, che versa in uno stato pietoso e rischia di essere distrutta dalle radici di due arbusti, e che si sta perdendo persino “l’epigrafe ed un tenero commiato scritto dal suocero”.

 

 

Rispondi