Home / Di tutto un pò / VIAGGIO SULL’ASSE VIARIO, 5^ puntata
Italpane

VIAGGIO SULL’ASSE VIARIO, 5^ puntata

9 nov, 2015 018-1

RIPRENDIAMO LA CRONACA IN DIRETTA SULLA STRADA PIU’ LUNGA E PERICOLOSA DI MILAZZO.

Riposo sabato e domenica, si riparte lunedì da dove ci eravamo fermati. Prestando particolare attenzione alle auto che sorpassano senza azionare la freccia, e che sfrecciano a velocità supersonica utilizzando i fari ed abbagliando, ammesso che si ricordino di farlo! Ci eravamo soffermati sulle stradelle che dalle campagne immettono direttamente sull’asse viario, preoccupandoci non solo delle pericolose intersezioni non segnalate, ma anche del fatto che qualcuno, percorrendole distrattamente, possa immettersi sulla veloce arteria in senso inverso di marcia! A chi spetta mettere gli appositi segnali di obbligo allo sbocco delle suddette viuzze sterrate? Se non si tratta di aperture illegali, seppur non segnalate, la cui circolazione è riservata a pochi intimi ma libere anche ad altri, il segnale allo sbocco va apposto a cura dei proprietari delle stesse stradelle! O ci sbagliamo? Ma quel che ci chiediamo è questo: a chi spetta presegnalarne l’esistenza? Evidentemente al comune, trattandosi di strada comunale! Ma è anche vero che il comune non può indicare, ad ogni apertura di guardrail, l’immissione ad una stradella laterale o ad un fondo rustico, o ad una proprietà privata! Quindi ci chiediamo se sia lecito, per i proprietari dei terreni circostanti, divellere alcuni metri di sbarramento e guadagnare più comodamente abitazioni in campagna evitando di percorrere altre strade! E mentre siamo immersi in queste nostre riflessioni, e procediamo verso la successiva uscita, quella che immette nel… porto (!), o meglio verso la stazione e all’ospedale, notiamo un tabellone cadente, che indica una piazzola laterale per la sosta, e un guardrail divelto da molto tempo e mai ripristinato. Che sia un monito per gli altri automobilisti, che abbordano quella curva a velocità supersonica? Potrebbe anche essere, pensandoci bene: uscita ospedale, guardrail mancante… come dire stai attento che puoi finire nella scarpata, e per arrivare all’ospedale ci vogliono pochi minuti! Ma dalla direzione opposta c’è anche la CHARITAS, che potrebbe arrivare anche prima dell’ambulanza per portare in ospedale! Manca solo un cartello, tra i tanti che andremo a segnalare: APPROFITTATENE. Non con scritto ULTIMI GIORNI, perchè siamo sicuri che, nonostante questo nostro … interessamento, rimarrà in quelle condizioni ancora per anni! Fine della tappa di oggi. Appuntamento a domani, a voi studio!

 (fine della 5^ puntata – continua)

Rispondi