Home / Sport / Zia Maria se ne andava un anno fa…

Zia Maria se ne andava un anno fa…

SI SPEGNEVA IL 22 APRILE 2019, GIORNO DI PASQUETTA… in silenzio…

Non era più la MARIA GRASSO che tutti conoscevano: estroversa, generosa, disponibile, sorridente, affettuosa. Insegnante elementare in pensione, generazioni di alunni la ricordano con affetto e le sono stati legati, eppure non hanno avuto più notizie di lei. Non sapevano della sua improvvisa scomparsa, dei suoi problemi di salute. Da anni non si vedeva più in giro, e i ricoveri ospedalieri si susseguivano, anche per motivazioni in altri tempi banali, che comunque non lasciavano presagire nulla di buono e non aiutavano il suo fisico a riprendersi.

I suoi ricordi erano vaghi, confusi, sbiaditi; come se fosse precipitata in un abisso, e se dal fondo vedeva la luce, risalire per lei diventava ogni giorno impossibile. I suoi occhi si accendevano quando una persona cara le faceva, spesso all’improvviso, una visita. Ed allora si facevano largo, prepotentemente, i ricordi, la voglia di parlare, il tentativo di riaggrapparsi alle cose care, agli affetti di un tempo, per tornare alla luce.

Attimi, solo attimi… Il saluto, il bacio, l’abbraccio, l’arrivederci a presto la facevano ripiombare in una solitudine nonostante al suo fianco rimanessero persone care, che continuavano ad accudirla, a non farle mancare nulla, ad accompagnarla in quel percorso di recupero.
Dolce e cara zia Maria! Non eravamo nemmeno a Milazzo, lo scorso anno, quando ci giunse la notizia della sua improvvisa partenza. Lontani, impossibilitati a tornare, non le abbiamo potuto dare l’ultimo saluto. Oggi, a distanza di un anno riviviamo le stesse emozioni di quella triste Pasquetta vissuta lontano da casa.

Un pensiero affettuoso, una preghiera, tanti ricordi che ci tornavano alla mente, in quelle ore. Ma zia Maria non c’era più… era partita, all’improvviso!

L’aspettavano i suoi genitori, le sue sorelle, il fratello, i parenti, le persone care che l’avevano preceduta… Tutti l’avevano amata per una vita, e a tutti aveva donato, senza pretendere nulla in cambio, il suo affetto, il suo amore, la sua generosità.

Ho voluto scegliere, in questo ricordo per il suo primo anniversario, da nipote acquisito nel lontano 1968, una foto che la ritrae in tutta la sua forza e nella sua dolcezza.

Una foto scattata in una giornata di festa, alla quale partecipava: un matrimonio, un battesimo, una comunione, un compleanno…

Ne sono state scattate decine e decine in quelle occasioni, in cui la grande famiglia si riuniva, a festeggiare. Sono le foto che rimarranno come ricordi indelebili di un tempo che non tornerà più, Le stesse foto che ci restituiscono, intatti e immortali, i nostri cari, che invece sono andati via per sempre, a precederci in un mondo diverso e probabilmente migliore.

Arriveremo anche noi, li troveremo tutti lì… ed anche se il tempo scorre inesorabile, loro sono rimasti quelli che abbiamo amato in vita…

Anche lei, la cara zia Maria, la Maestra Grasso, con il suo garbo, la sua bontà, la sua generosità, il suo amore per tutti.

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.