Home / AMBIENTE / UN ALTRO PALO VA GIU’… TROPPI CROLLI: MILAZZO CADE!

UN ALTRO PALO VA GIU’… TROPPI CROLLI: MILAZZO CADE!

Un palo si è ripiegato su se stesso in via San Paolino, in un’arteria molto trafficata, collegamento tra diverse strade, e nei pressi di diverse abitazioni ed attività commerciali. Il traliccio, destinato all’illuminazione della località, secondo le testimonianze di chi era presente ha ceduto improvvisamente crollando su un lato intorno alle 19,15 di ieri sera, posizionandosi una volta a terra sulla sede stradale.

Non ci sono stati, per fortuna, danni a persone o cose, ma l’avere assistito ad un evento del genere ha fornito ai presenti la possibilità di poter raccontare un episodio che – se si continua con le successive cadute dei pali – non resterà isolato! Basta solo scegliere il palo (una verifica alla base del palo può fare stimare il tempo di resistenza… e prevedere quando lo stesso di accascerà al suolo…), girare un filmato e condividerlo sui social! E da quel momento, via ad una gara per stabilire quale palo avrà effettuato la migliore caduta… libera!

Scherzi a parte (ma non potevamo esimerci dalla solita parte comica… come nostro costume, visto che le cadute sono frequenti…), sarebbe opportuno effettuare delle verifiche, segnalando NON SOLO I PALI, ma anche i TOMBINI SUI MARCIAPIEDI, I CORNICIONI DEI BALCONI, I PALAZZI IN PRECARIE CONDIZIONI, PERSINO GLI ALBERI E tutto ciò che deve essere messo al più presto in sicurezza!

Tornando al palo di via San Paolino, va detto che sul posto sono subito arrivate due squadre dei Vigili del fuoco del distaccamento di Milazzo e gli agenti della Polizia locale che hanno limitato l’accesso all’area per sicurezza transennando la postazione. Il lampione è stato subito rimosso dagli uomini del 115 e l’area è stata transennata ripristinando i luoghi.

All’origine del distacco, ci sarebbe la corposa ruggine che ha corroso nel tempo la base dell’armatura del palo, minandone la stabilità. Ma non solo a San Paolino… Per la situazione di criticità e dei frequenti crolli, potremmo benissimo avvertire i cittadini che Milazzo… cade! 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.