Home / Un saluto agli amici... / Anche STEFANO BRUNO ci lascia…

Anche STEFANO BRUNO ci lascia…

Ne conosco solo uno che si chiama STEFANO BRUNO, 72 anni, quando alla redazione giunge la notizia: il marito di Pina Stagno, che conosco da quando era bambina!

Ma no… non può essere lui! Non può essere il vecchio collega di lavoro che va via! Stento a crederlo, fin quando arriva la triste conferma: è proprio lui, BRUNO, così come veniva chiamato in cantiere, negli anni in cui eravamo giovani, neanche trentenni, sposati da poco e pendolari per scelta!

Stefano BRUNO – ho una foto con lui scattata seduto accanto a me sull’autobus che ci portava da Villa San Giovanni a S. Leo di Pellaro – preferisco rivederlo in quella immagine, un po’ sfocata e di oltre quarant’anni fa! Associo il suo nome a quello di altri colleghi di lavoro che se ne sono andati; a costoro, ogni volta che ci incontravamo, davo per scherzo l’appuntamento al giorno dopo, alle 5, per un altro di quei nostri viaggi da Milazzo a Messina, quindi sulla Caronte, e poi a Villa, a bordo di un altro autobus fino al cantiere. Un viavai durato ininterrottamente fino al 1980, tre anni! La sera, anzi il tardo pomeriggio, si ripartiva e si ripercorreva la strada dal cantiere a Villa, e di nuovo sulla Caronte, quindi a Messina dove l’autobus di La Spada ci avrebbe portato a Milazzo. Dodici ore, fra lavoro e viaggio, ma con la certezza che quelle giornate, quei turni di lavoro, quegli amici contenti di un tour de force che con il passare del tmepo ci avrebbe snervato li avremmo ricordati per sempre anche da pensionati o quando, per altri motivi, saremmo stati trasferiti altrove!

Non avevamo bisogno di fare l’appello la mattina: nonostante l’orario, c’eravamo sempre tutti, estate ed inverno, qualunque fossero le condizioni atmosferiche. Il lavoro ci attendeva: se non li avessimo fatti in quegli anni i sacrifici, da giovani, quando avremmo avuto il tempo o la forza di farli?

Purtroppo oggi quel gruppo si continua ad assottigliare, e restano pochi amici e colleghi di un cantiere cominciato quasi per gioco in terra calabra, all’Uniliq di San Leo! Se ne sono andati in tanti ormai: Sciacca, Aragona, Di Bella, Gullotta, Giulio Maisano, Sicilia, Pippo Aversa, Bella, Vincenzo Costantino, Di Domenico, Ciccio Recupero, Mantica, De Francesco, Gino Giardina… non erano avanti negli anni, anzi parecchi erano relativamente giovani…

Ricordare un collega di lavoro che non c’è più mi mette tristezza: è superfluo descriverne la rettitudine, la correttezza, la scrupolosità, la voglia di lavorare di Stefano Bruno: non sarebbe stato in quel gruppo di pendolari per scelta se in lui non fossero state riconosciute tutte queste qualità. Potrei aggiungere dunque che era un uomo onesto, educato, innamorato della sua famiglia, rispettoso, di sani principi… ma sono doti che già conoscevamo e che nessuno può negargli.

Adesso che non c’è più, adesso che Pina non ha più il suo sposo, adesso che le sue quattro figlie non hanno più il papà, i nipotini il loro nonno al quale volevano tanto bene, comprendiamo quanto vuoto ci sia anche attorno a noi…

E comprendiamo che su quell’autobus che ci portava avanti e indietro, partenza all’alba, ritorno al tramonto, spesso senza vedere il sole di Milazzo perchè si partiva al buio e con il buio si tornava, sono rimasti tanti posti vuoti. Chi è rimasto a bordo procede stancamente sul viale del tramonto… o verso un altro cantiere, dove altri del gruppo sono andati già perchè c’erano lavori urgenti da eseguire; e sono stati scelti i migliori. Come in quei lontani anni 70, quando eravamo giovani e pieni di energia, e la scelta dei capi è caduta su di noi!

Ciao, Steno Bruno! Buon viaggio… dai un abbraccio ai vecchi colleghi…

A Pina, a Simona, ad Alba, a Vanessa, a Ramona, a tutti i tuoi cari vanno le espressioni del mio e del nostro più sincero cordoglio!

I FUNERALI DI STEFANO BRUNO SARANNO CELEBRATI NEL DUOMO DI MILAZZO LUNEDI’ 14 MARZO ALLE ORE 9.30.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: