Home / Satira / VIABILITA’ A MILAZZO, se ne interesserà SUPERQUARK?

VIABILITA’ A MILAZZO, se ne interesserà SUPERQUARK?

APPRENDIAMO LA NOTIZIA DA FACEBOOK…

“Da quando l’uomo possiede l’automobile o forse anche prima, dai tempi delle carrozze, nel momento in cui si siede comodamente alla guida, scatta in lui il cambio di personalità. Questo lo possiamo notare anche a Milazzo, città che detiene alcuni significativi primati, principalmente nella circolazione stradale. L’homo milaensis (il milazzese, NDR), ama fermarsi al centro della carreggiata, totalmente incurante di chi lo segue. Lo fa per abbassare il finestrino e iniziare una conversazione con l’amico passante (Homo peripateticus). Spesso chi è bloccato suona il clacson (nuovo marchingegno che sostituisce la tromba a pompa) e dopo almeno 5 minuti di attesa si può vedere il tipo scendere dall’autovettura e avvicinarsi, non in tono minaccioso, ma con sguardo compassionevole, per far notare che era stato disturbato nella sua conversazione con quei suoni striduli ed antipatici. Oltre a costituire disturbo per la quiete pubblica!

L’abitudine della “fermata consentita” si estende in altri casi, ed è regolamentata dai frequenti DCPR, che in campo locale sono emessi dai conducenti (l’acronimo sta ad indicare DOPU CHI PATTU, RICETTITI!, ossia, una volta che sono ripartito, rassegnati!): uno dei casi tipici è “far salire o scendere uno o piú passeggeri”, in questo caso aiutandoli anche a scaricare le borse della spesa, trasportarle fino all’abitazione, o addirittura all’ascensore. Il gesto, di per sè nobile, viene apprezzato da chi attende in fila: un atto di solidarietà, che a giro coinvolgerà tutti.

Viene da chiedersi: lo si apprende nelle scuole guide o fa parte del DNA (altro acronimo che sta per “SEI ANCORA QUI?”, traduzione del dialettale Di Novu Accà?)?

Altra domanda che sorge spontanea è: “A Milazzo le concessionarie regalano i cellulari con l’acquisto di autovetture”? Se così fosse, si spiegherebbe il perchè molti automobilisti non riescono a farne a meno. E nonostante le raccomandazioni, non riescono a sopportare che il pedone tagli loro la strada parandosi davanti sulle strisce, costringendo ad improvvise accelerazioni per evitarli tranne poi scorgere dal retrovisore che quello agita la mano salutando e utilizzando solo indice e mignolo! Probabile nuovo metodi di saluto misto ad un ringraziamento per lui e per l’intera famiglia; ma di più per la moglie! 

Terza cosa, ma questa oltre la guida riguarda i lavori pubblici: è NORMALE che mentre SI OPERA sulle strade, con mezzi “Spigolosi, pesanti e pericolosi” vederseli sfrecciare ad una paio di centimetri dalla propria autovettura con i Bobcat? Padroni indiscussi delle strade cittadine, procedono avanti e indietro anche nelle strade a senso unico. NESSUNO CHE CONTROLLI, tanto ormai chi dà le autorizzazioni si fida, visto che da anni sventrano le strade e le rattoppano come meglio credono.

D’altra parte, è il giusto riconoscimento perchè evitano ai vigili urbani di regolare il traffico: ci pensano loro!

Di mettere la segnaletica: ci pensano loro!

A mantenere fresco la temperatura… Che c’entra? Beh, in un certo senso, ti fanno sudare freddo e non abbiamo bisogno di accendere i condizionatori? Che siano d’accordo con Draghi. A questo punto occorre stare zitti! Se c’è lui a emanare le direttive, è probabile che siano state concordate a Bruxelles o con Biden… e se il governo è d’accordo, non vedo che possa fare una piccola amministrazione comunale di fronte a questi fenomeni quotidiani.

Le riparazioni di queste strade risultano sempre peggiori delle precedenti. Detto da uno che ha abitato a Roma 30 anni, non protestate! Ma credo a questo punto che non BASTERÀ UNA PUNTATA DI SUPER QUARK PER “STUDIARE IL CASO”.

Nick Petrol

 
 
 
 
Commenti

2 commenti

  1. Grazie Santino di averlo pubblicato, si tratta di CRONACHE MILAZZESI, rubrica inaugurata da Francesco D’Amico, e che ci svelano momento della nostra Milazzo, che amiamo immensamente, a volte, malgrado tutto. Nick Petrol

  2. Eugenio Scibilia

    Ma,… è da ridere ? Roba da striscia la notizia anche se è difficile capitare al posto giusto nel momento giusto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: