Home / Di tutto un pò / MILAZZO, VERRA’ RIFATTA LA SEGNALETICA! MA A CHE SERVE SE NON VIENE FATTA RISPETTARE?

MILAZZO, VERRA’ RIFATTA LA SEGNALETICA! MA A CHE SERVE SE NON VIENE FATTA RISPETTARE?

PUBBLICHIAMO, LASCIANDO AI LETTORI OGNI COMMENTO, IL COMUNICATO STAMPA DEL COMUNE: NOI DIAMO LO SPUNTO NEL TITOLO… 

Prot._n. 8,  3/1/2019. COMUNICATO STAMPA

Via libera all’appalto per la segnaletica stradale. Spesa 82 mila euro

Gli uffici del settore Lavori Pubblici hanno affidato alla ditta Tecno Sistemy di Messina i lavori di manutenzione e rifacimento della segnaletica stradale orizzontale e verticale previsti nel progetto tecnico redatto lo scorso ottobre dall’ing. Pasqua Famà, dipendente comunale.

La ditta Tecno Systemy ha offerto  il ribasso più basso sul prezzo a base d’asta fissato in 98 mila euro. L’importo complessivo dei lavori ammonta a 82 mila euro.

Il via libera è giunto a seguito dell’approvazione da parte del consiglio comunale del bilancio di previsione 2016 e Dup 2016/18.

La spesa – si legge nel provvedimento di aggiudicazione – è necessaria, urgente ed indifferibile in quanto la mancata esecuzione di tale intervento, cagionerebbe gravi rischi alla circolazione stradale e potrebbe arrecare danno certo e grave all’Ente.

L’ufficio  Stampa       

1 Commento

  1. Giovanni Tricomi

    ERA L’ORA !!!
    Spero proprio che il piano di manutenzione e rifacimento della segnaletica tenga in prioritaria considerazione l’Asse Viario, laddove il caos è totale ed i pericoli sono dietro l’angolo a causa – sopratutto – della mancanza di segnaletica orizzontale.
    La linea di mezzeria e quelle di limite di corsia sono improcrastinabili atteso che a causa della mancanza di illuminazione, esse costituiscono unico orientamento per non andare a tentoni. Si aggiunge che i catarifrangenti (altra linea guida) non rifrangono alcunché perché sporchi…contorti o ricoperti dalla vegetazione che abbonda a bordo delle carreggiate…invadendole. Non parliamo poi dei “delineatori di ostacolo” posti sulle cuspidi dei guard-rail, divelti subito dopo installati e…campa cavallo che l’erba cresce.
    Quanto alla inutilità di effettuare i detti lavori – così come ironizza l’articolista – non c’è molto da ridere nè da criticare considerato il fatto che la segnaletica stradale non è mai stata il nostro forte nè per coerenza di installazione a termini di Codice della Strada, nè per rispetto delle norme che sovrintendono al nostro essere conducenti di veicoli. Il dubbio è quindo legittimo!
    E’ notorio come ognuno di noi, mai guidato dal giusto rigore nè intimorito a suon di verbali, ma lasciato a briglia sciolta, si arrangia come può per sopperire a talune deficienze che veramente rendono impossibile circolare. Comunque sia, di maleducazione si tratta. Non si può continuare a invertire marcia sulla Marina Garibaldi o immettervisi superando, la striscia continua, provenendo da monte; senza dire che è stata “ripristinata” la sosta a cassonetto sulla mezzeria stradale col bene placido di TUTTI.
    Spero, inoltre (mi sta sembrando la letterina postuma a Babbo Natale) che chi di dovere si ricordi di ordinare alla ditta vincitrice dell’appalto di reinstallare tutti i cartelli stradali abbattuti e mai rimessi al loro posto. Se c’erano …vuol dire che erano necessari e…se erano necessari vanno rimessi. L’omissione perpetuerà le situazioni di pericolo in atto.
    Ne cito alcuni a memoria: Rotatoria Piazza Roma – Largo Buccari – Rotatoia Porto – Via Porto Salvo- C.da Fossazzo (Madonnina)- Imbocco Via Ventimiglia…e chi più ne ha più ne metta.
    Per finire, speriamo che la ribassa nell’offerta (e questo è un riferimento per il passato) non sia sinonimo di acqua di rose che, seppur profumata, mal si adatterebbe alla bisogna. Ho già letto più volte di doglianze dei cittadini per aver constatato il rapidissimo scolorimento della vernice bianca che nemmeno profumata era. Ergo…!
    Grazie per avermi ospitato. Gianni

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.