Home / Di tutto un pò / FORSE NON E’ CHIARO CHE NON SIAMO TUTTI SERVI…

FORSE NON E’ CHIARO CHE NON SIAMO TUTTI SERVI…

di Alberto CASSINI 

È notizia di questi giorni che due cantanti, durante la kermesse sanremese, hanno provato timidamente a menzionare il genocidio in atto in Palestina.

Ovviamente in risposta è intervenuta mamma Rai e l’ambasciatore israeliano a rimetterli in riga.

Succede cosi che i vari fenomeni di ambiente “sinistro” cominciano a sbraitare sul fatto che c’è censura, che la Rai sarebbe “meloniana” e che questo governo comanderebbe l’informazione.

Niente da fare, sempre i soliti film. Così come accadeva con Berlusconi, non si rendono minimamente conto che non c’entra nulla chi è al governo su tali questioni. Il padrone è il medesimo e le linee son le stesse. Che sia Meloni o Schlein parliamo di figuranti, di teatro.

Lo capiranno mai?

Che poi, appunto, lo scorso anno a Sanremo invitavano Zelenski, c’erano bandiere giallo-blu ovunque… Quest’anno in due si sono permessi di dire timidamente ‘’STOP AL GENOCIDIO’’ e si è sollevato il finimondo, con ambasciatori israeliani che fanno comunicati e amministratori di reti pubbliche che si scusano.

Tutto normale dal paese dei servi.

 
 
Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: