Home / Un saluto agli amici... / PIETRO DI FLAVIA, era il 16 marzo 2020

PIETRO DI FLAVIA, era il 16 marzo 2020

Ricordo quel messaggio del fratello Matteo, il 16 marzo di un anno fa: “Mio fratello Pietro è tornato al Padre“. Comunicava la partenza improvvisa di un nostro amico, fin dalla prima infanzia: PIETRO DI FLAVIA. Restammo increduli, sbigottiti, stravolti dalla triste notizia! Era passata solo una settimana dall’inizio di un calvario che ancora dura, con la chiusura delle città, il coprifuoco, le limitazioni, le sirene delle ambulanze, i decessi… Pietro era andato via in silenzio… così come il silenzio scendeva su strade, piazze, vicoli… Il silenzio coglieva impreparate le persone che ancora non credevano alla notizia pubblicata sul nostro giornale…. Il silenzio entrava improvvisamente nelle case, e faceva cessare il vociare festoso e la preparazione ai canti da intonare nei balconi, preludio di una speranza che tarda a rasserenare gli animi. 

Pietro era già lassù, lontano… un viaggio improvviso, una strada sgombra da ostacoli, da impedimenti, da interruzioni… e in un attimo eccolo raggiungere la sua meta, il Paradiso. 

Dio aveva scelto un suo figlio, uno fra i tanti… e lui aveva risposto alla chiamata del Padre celeste. Non ha detto nulla, ha solo obbedito alla chiamata…

Avrebbe potuto benissimo opporsi, cercare qualche scusa, non farsi trovare preparato?

Non lo so… non so come avviene la partenza… So per certo che Pietro non si è fatto trovare impreparato, anzi ha colto impreparati gli altri, che non si aspettavano che lui, Pietro Di Flavia, il marito, il fratello, il padre, fosse stato prescelto perchè sappiamo che Dio sceglie i migliori.

Non era forse Pietro uno dei migliori? Il suo nome è quello del grande pescatore, dell’apostolo che lo aveva rinnegato per paura ma poi aveva gettato le basi per la costruzione della Sua chiesa, dell’uomo che aveva trovato il coraggio di predicare il Cristianesimo nel Suo nome.

Di San Pietro, a cui Dio diede le porte del Suo regno, aveva il nome questo nostro amico, partito improvvisamente il 16 marzo dello scorso anno. E a lui che lassù ha portato la sua bontà, il suo amore per la famiglia, il suo impegno nel lavoro, la generosità del suo animo, San Pietro ha aperto le porte del Paradiso…

In suffragio della sua anima nella giornata di martedì 16 marzo verrà celebrata una Messa nella chiesa di San Francesco.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.