Home / Di tutto un pò / UNA LETTERA AL PREFETTO SULLA BRETELLA…

UNA LETTERA AL PREFETTO SULLA BRETELLA…

LETTERA DA INVIARE AL PREFETTO… (fac simile)

A Sua Eccellenza il Prefetto di Messina.

Ritenendo inadeguate, sino ad oggi, le azioni (ed omissioni) poste in essere dalle istituzioni interessate (Città metropolitana, assessorato regionale/genio civile, comuni di Barcellona e Milazzo) riguardo al ripristino e l’utilizzo della c.d. bretella, realizzata alle foci del torrente Mela, al fine di sopperire provvisoriamente alla mancanza del cavalcavia, ivi insistente, interessato dai lavori di manutenzione straordinaria;

Considerato che tale bretella rappresenta una importante via di comunicazione, necessaria per la mobilità ed il trasferimento quotidiano dei cittadini che vivono tra Barcellona e Milazzo;

che la stessa arteria risulta di notevole importanza anche come via di fuga e/o di decongestione della via interna (con potenziali ricadute sulla sicurezza dei cittadini), essendo quest’ultima via interna l’unica strada al momento utilizzabile ai fini della continuità territoriale;

che la chiusura della bretella è fonte di continui disagi e sacrifici (economici e non solo) che quotidianamente un ingente numero di cittadini e di attività commerciali sono costretti a sopportare;

che il protrarsi di tale situazione è inconciliabile con i principi di ordine e sicurezza pubblica, nonché di garanzia di diritti fondamentali, quali quelli alla salute, alla sicurezza ed alla mobilità dei cittadini;

Considerato quanto sopra,

Si chiede a Sua Eccellenza, il Prefetto di Messina, dottoressa Di Stani, in forza dei poteri che a Codesta Istituzione sono conferiti dalla normativa vigente, di intervenire prontamente al fine di porre in essere tutte le misure e/o provvedimenti necessari atti a sbloccare l’incresciosa situazione di impasse creatasi a livello istituzionale tra gli Enti cointeressati, ed addivenire ad una sollecita soluzione positiva della suesposta questione di rilevantissima importanza, sotto i vari profili sopra indicati, che, ogni giorno di più, sta danneggiando pesantemente (in tutte le sue diverse articolazioni) la popolazione che vive in questo ampio spazio di territorio ricadente nella nostra provincia di Messina.

Con rispettosa deferenza.

I Cittadini (stanchi):

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: