Home / Di tutto un pò / ALISCAFI, PREZZI ASSURDI PER I VIAGGIATORI
Italpane

ALISCAFI, PREZZI ASSURDI PER I VIAGGIATORI

IL MILAZZESE, CHE SOPPORTA I DISAGI DA DECENNI, NON HA DIRITTO AD ALCUNA AGEVOLAZIONE, AL CONTRARIO DEGLI EOLIANI. E LA REGIONE CHE VERSA CONTRIBUTI COSA FA?

Ecco quanto appariva stamattina su facebook: l’amaro commento di un cittadino milazzese, che denuncia una situazione scandalosa che, nonostante tutti, non impensierisce proprio nessuno. Si parla di mancanza di concorrenza per cercare di spiegare i motivi dei prezzi esageratamente alti. Ma vorremmo ricordare che, anche in regime di concorrenza, esistono i famigerati accordi fra le compagnie che penalizzano sempre il cliente o il consumatore finale. Quindi, non occorre meravigliarsi… 

“Domani mattina parto per Salina, oggi ho fatto il biglietto: 86,95. Mi domando quanto costerà il biglietto da Civitavecchia per la Sardegna? Sicuramente in proporzione, molto meno. La Regione Sicilia dà un contributo annuale che si aggira sui 65 milioni di euro, quindi non capisco il perché di tali prezzi, senza parlare del fatto che Milazzo si fa carico di tutte le problematiche relative al traffico veicolare, senza per altro avere nessuna scontistica sul prezzo dei biglietti. Poi ora che tutto è in mano a una sola società tutto é possibile!!!Ma non c’era il garante per la leale concorrenza? e dove sono le associazioni a protezione dei consumatori? Misteri o silenzio complice????”

COMMENTO: Caro amico, non so cosa debba andare a fare a Salina. Al tuo posto noi avremmo chiesto PRIMA il costo del biglietto, e quando ci avrebbero detto quella cifra lì, avremmo preferito un’altra meta. E se tutti facessero così, rinunciando SOLO PER CONTESTARE IL PREZZO ELEVATO a recarsi nelle Isole Eolie, qualcosa forse potrebbe cambiare… 

1 Commento

  1. Tutta colpa del sindaco che non prende ne provvedinenti e ne posizioni su delle cose serie…

Rispondi