Home / Eventi / A MILAZZO, IL 2 DICEMBRE, LA STORIA CHE NON CI E’ STATA RACCONTATA!

A MILAZZO, IL 2 DICEMBRE, LA STORIA CHE NON CI E’ STATA RACCONTATA!

CON LA PRESENTAZIONE DELL’OPERA “IL GRANDE LIBRO DELLE DUE SICILIE”, E LA RIEVOCAZIONE DELLA BATTAGLIA DEL 20 LUGLIO 1860, SI CERCHERA’ DI OFFRIRE UNA CHIAVE DI LETTURA DIFFERENTE RISPETTO A QUELLA RACCONTATA DAI “VINCITORI” SUL MERIDIONE D’ITALIA E SULLE SUE RICCHEZZE. 

di Francesco D’Amico 

L’associazione “Tavola Meridionale”, in collaborazione con l’associazione culturale “Teseo” e l’Assessorato comunale alla Cultura della città di Milazzo, organizza sabato 2 dicembre alle 17:30, nella Sala Conferenze di Palazzo D’Amico a Milazzo, il convegno di presentazione dell’opera “Il Grande Libro del Regno delle Due Sicilie” curata da Carlo Capezzuto e scritta da cinquanta tra le più prestigiose firme del Meridionalismo, con prefazione di Pino Aprile.

Ad introdurre i lavori saranno lo stesso Capezzuto e Nicola Petrolo, coordinatore dell’iniziativa, i quali tratteranno il tema  “La storia del Sud della Penisola italiana dai Siculi fino ad oggi”. In qualità di relatori interverranno il docente universitario Franz Riccobono, Alessandro Fumia, Salvatore Italiano e Michele Ladisa. E’ prevista, inoltre, la partecipazione del Barone Beneventano del Bosco e del Capitano Raoul Blasi come ospiti d’onore.

La mattina del 2 dicembre, alle 11:00, presso il Monastero delle Benedettine della Città Murata avverrà una rappresentazione didattica dei fatti del 20 luglio 1860 ad opera dei Rievocatori storici del Reggimento borbonico di Fanteria di Marina di Caltanissetta, coordinati dal CERS (Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche), che porteranno in scena episodi della battaglia di Milazzo fra truppe borboniche e soldati garibaldini.

In seguito, il ‘KuntastorieNino Pracanica intratterrà gli ospiti con una serie di improvvisazioni teatrali sulle storie e le leggende della terra di Sicilia. Contemporaneamente, sempre in quella sede, sarà possibile visitare la mostra di quadri della Marineria Borbonica realizzati dal maestro Salvatore Serio.

Gli organizzatori tengono a precisare che tutte le partecipazioni saranno a titolo gratuito.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.