Home / Di tutto un pò / “NON MI ROMPETE LA MINCHIA”? Sì, si può dire!

“NON MI ROMPETE LA MINCHIA”? Sì, si può dire!

crocifissoNON CONVINCONO CERTI COMPORTAMENTI DI SOLIDARIETA’ NEL MONDO DELLA SCUOLA…

Mi chiedo se posso scrivere la parola MINCHIA. Solo per dire a tutti coloro che non vogliono che nelle scuole si celebri il Natale, perchè pensano che si possa OFFENDERE la coscienza di chi ha un’altra religione, di NON ROMPERE LA MINCHIA! Anzi, dirò di più: visto che costoro sono contrari a festeggiare il NATALE, li invito a rinunciare anche alle vacanze natalizie! Fate regolarmente lezione a chi si sente OFFESO nei propri sentimenti, e anche se non ci dovesse essere nessuno nelle classi, rimanete a scuola fino al 6 gennaio. Rinunciate al cenone di Natale e Capodanno, ai regali e a tutte quelle cose alle quali, fino ad ora, non avete MAI detto di no. Fatelo per coerenza con voi stessi. Altrimenti, come dicevo prima, NON ROMPETE LA MINCHIA! Sì, si può proprio dire! E penso che non sia il solo a dirlo… O mi sbaglio?

Non ho ancora finito. Mi raccomando: non mescolate il sacro con il profano. Se l’obiettivo è quello di scatenare odio e razzismo nei confronti di chi vive ormai da anni nel nostro Paese, accampando la scusa del Presepe o del Crocifisso, non troverete terreno fertile! Papa Francesco ed altri prima di lui vanno in giro per il mondo, ad incontrare esponenti di altre religioni. Papa Francesco è entrato per pregare in una moschea. Si è turbato per caso qualcuno? Forse coloro che sconsigliavano la sua visita nei Paesi dell’Africa, perchè temevano un attentato! O temevano piuttosto il suo discorso, forte e deciso, contro chi si arricchisce a danno dei poveri? La vostra, cari signori, è la scusa banale di chi non crede in Dio, di chi vuole distruggere ad ogni costo il sentimento religioso, di chi cerca alibi nel turbamento dei sentimenti dei musulmani (solo loro, non importano quelli di altre confessioni, guarda caso!) per nascondere l’ateismo che trova sempre più sostenitori proprio perchè si cominciano a sgretolare i pilastri della fede. E con essi quelli della famiglia e della società. In nome di chi o di cosa, non ci è dato saperlo. Signori, siete meschini e ridicoli. Purtroppo lo Stato mette in mano a voi le scuole per educare i nostri figli! Con i risultati che sappiamo! 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.