Home / Sport / NOZZE di DIAMANTE per i coniugi DI SALVO – CAMPANELLA!

NOZZE di DIAMANTE per i coniugi DI SALVO – CAMPANELLA!

CI SIAMO DOVUTI DOCUMENTARE prima di dare il titolo a questo nostro articolo. Solo così abbiamo visto che dopo le nozze d’oro, che indicano i 50 anni di matrimonio, ci sono le nozze di smeraldo (55 anni), quindi quelle di diamante, 60 anni!

Un bel traguardo giungere a 60 anni!

Un bel traguardo festeggiare le nozze di diamante!

Un traguardo ancora più prestigioso se la coppia arriva in buona salute, e colleziona un altro gioiello, con cui arricchisce una ideale collezione: dalle nozze d’argento, per il 25° anniversario, passando attraverso le perle (30 anni), il corallo (35), il rubino (40), il topazio, il turchese, lo zaffiro (45), l’oro (50), lo smeraldo (55). In buona parte anniversari sempre festeggiati, così come si conviene, assieme a figli e parenti…

Ma questa volta no, e non per il covid: non ci sono le condizioni, mi spiegava la figlia che ha voluto che i genitori avessero questo ricordo su TERMINAL. E per condizioni si intende la salute di qualche congiunto, che alla festa non avrebbe dovuto assolutamente mancare.

Ciò non vuol dire che FILIPPO DI SALVO e GIUSEPPA CAMPANELLA, sposatisi nella chiesa Madre di Milazzo, così come veniva chiamata allora, nel lontano 1960, il 18 giugno, scartino l’ipotesi di festeggiare quest’ennesimo anniversario, assolutamente! Aspettano solo un momento migliore, tutto qui!

Sono contenti i tre figli, Maria Concetta, Gioacchino e Salvatore, che stanno facendo il conteggio alla rovescia in attesa del grande giorno: loro pregustano la gioia dei genitori, nel vedere la loro foto di allora nel nostro giornale, assieme agli auguri e a qualche ricordo del tempo. Ricordi che gli sposi probabilmente non hanno cancellato!

Il 1960 si aprì con una triste notizia, la morte di Fausto Coppi, il Campionissimo; ma fu l’anno delle Olimpiadi di Roma, quelle di Livio Berruti e di Nino Benvenuti; del governo Tambroni e dei disordini a Genova; l’anno della vittoria di Renato Rascel e Tony Dallara a Sanremo con ROMANTICA; mentre in televisione il maestro Alberto Manzi insegnava a milioni di italiani a leggere e a scrivere nella sua NON E’ MAI TROPPO TARDI, e a Milazzo, che celebrava il centesimo anniversario della battaglia di Garibaldi, era Sindaco il dott. Peppino Fogliani, prima che gli subentrasse, con le elezioni di dicembre, il dott. Ignazio Faranda. Ricordi di anni lontani, mai cancellati; e probabilmente i due coniugi, trasportati indietro nel tempo, racconteranno ai figli e ai parenti, con dovizia di particolari!

Un traguardo eccezionale, e siamo onorati di poter porgere, anche a nome dei nostri lettori, gli auguri a questa splendida coppia che continua a vivere in armonia, così come promesso quel giorno. Unita nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, i coniugi DI SALVO e CAMPANELLA sono un esempio per le nuove generazioni. Da sessant’anni ormai, e in sessant’anni di vita coniugale hanno educato all’onestà ed al rispetto, all’amicizia ed al bene i loro figli! Lo continueranno a fare, perchè hanno saputo superare anche le avversità, normali per ogni coppia, figuriamoci in sessanta lunghi anni… Ma ciò che li ha tenuti uniti è stato sempre quell’amore che si sono giurati il 18 giugno 1960, assieme alla fede in Dio, ed alla certezza che ogni passo compiuto sarebbe stato gradito a chi, lassù, aveva benedetto quegli anelli che portano da allora, come se ogni giorno fosse il primo giorno!

Auguri, amici! Che Iddio vi dia tanta saggezza e non vi lasci mai!

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.