Home / Sport / Si è spenta la signora Francesca TORRE, vedova di Valentino D’Amico

Si è spenta la signora Francesca TORRE, vedova di Valentino D’Amico

SI RICONGIUNGE CON IL SUO CARO VALENTINO D’AMICO, CHE ANCORA OGGI RICORDIAMO CON AFFETTO. IL RITO ESEQUIALE SARA’ CELEBRATO NELLA GIORNATA DI LUNEDI’ 4 MAGGIO, ALLE ORE 11, SUL SAGRATO DELLA CHIESA DI SAN PAPINO.

Milazzo piange un’altra mamma che oggi è volata in cielo. E’ la signora Francesca Torre, vedova del caro Valentino D’Amico, rimasto per sempre nei nostri ricordi e meritevole di ogni affetto.

Ci coglie di sorpresa la notizia, e il dolore dei suoi congiunti è anche il nostro. La signora D’Amico era esempio di umiltà e di fede, di profonda religiosità, di generosità e di affetto. La piangono oggi i suoi figli, Pina, Ciccio, Tindara e Giovanni; così come la piangono i fratelli e i parenti tutti, ma soprattutto i nipoti, dieci, che seppe crescere con amore e ai quali non fece mai mancare tutto il bene che solo una nonna, materna o paterna che sia, sa dare.

Abbracciamo commossi il figlio maggiore, Ciccio, amico da sempre, che con noi ha condiviso il progetto di regalare alla città una mostra permanente del presepe, a S. Rocco, intitolata e dedicata al padre; Giovanni, ultimogenito, cresciuto all’interno di una radio, nella quale abbiamo condiviso momenti di spensieratezza e di serenità, fra un disco e l’altro, un saluto ed una telefonata; e le figlie, che rimangono senza una fonte inesauribile di esperienza e di bontà, di consigli e di comprensione.

Ci stringiamo forte ai nipoti, che oggi vedono andar via il loro rifugio sicuro nelle monellerie di un tempo, nei desideri esauditi, spesso incurante delle raccomandazioni a non eccedere esaudendo i capricci di bambini… Per loro, per i bambini oggi cresciuti, anche se rimasti “picciriddi” per la nonna, il dolore sarà inconsolabile… e solo le preghiere di don Francesco, il nipote sacerdote, e le sue parole di conforto, potranno alleviare le sofferenze di questo momento, aprendo alla speranza di una vita celeste.

Addio, signora, porti per noi un abbraccio al suo caro Valentino. Da lassù continui a pregare per i suoi cari, e si affidi serenamente a Dio che oggi ha preso in custodia la sua anima.

 
Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.