Home / Eventi / SPADAFORA HA OSPITATO IL CONVEGNO SOROPTIMIST SULL’ALZHEIMER

SPADAFORA HA OSPITATO IL CONVEGNO SOROPTIMIST SULL’ALZHEIMER

Lo scorso 22 aprile nella splendida cornice del Castello di Spadafora ha avuto luogo il Convegno del SOROPTMIST Gallo Niceto su: L’Alzheimer – La demenza tra famiglia e società.

La Presidente Maria Luisa Pino delinea la necessità che ha promosso la scelta di un tema così delicato e ahimè doloroso in una società che vede un decremento delle fasce giovanili e, al contrario, una crescita della fasce degli anziani. Introduce quindi gli esperti intervenuti: la professoressa Maria Grazia Arena; la professoressa Rossella Musolino; il professor Massimo Raffaele, la presidente dell’associazione Alzheimer di Milazzo Mariella Cambria. La professoressa M.Grazia Arena illustra attraverso slide e grafici lo stato di decrescita della nostra società, ormai composta da persone sempre più avanti negli anni e con disagi ai quali le strutture sanitarie non rispondono in modo efficiente. Spiega altresì il difficile ruolo della famiglia in cui vivono anziani con problemi di demenza e una gioventù assai poco preparata e sensibile. La professoressa Rossella Musolino attraverso una relazione tecnica e scientifica individua le circostanze e i tempi in cui possono essere ravvisati gli allarmi della patologia in questione e della demenza in genere e insiste sulla necessità di non sottovalutare i comportamenti dei familiari. Il prof Raffaele affronta il problema demenza sin dalle cause psicologiche che possono risalire alla giovinezza del paziente, e nei rapporti con i familiari stretti e individua tutti i segni che preannunciano l’insorgere del male. Inoltre esamina le possibili terapie che vanno rivolte al paziente individuando la famiglia come luogo più idoneo a sostegno dello stesso. L’intervento di Mariella Cambia completa il messaggio e l’obiettivo del Convegno stesso. La Presidente dell’associazione Alzheimer di Milazzo, ripercorrendo le tappe della sua dolorosa esperienza con la nonna e la madre, spiega la funzione dell’associazione di cui è presidente e i progressi in itinere sino al centro da poco inaugurato dove i pazienti soci hanno la possibilità di incontrarsi e di fruire del supporto di psicologi volontari, di insegnanti di educazione fisica, di Caregiver come la presente Sara Salzano che spiega l’importante funzione da lei svolta nel centro. Tocca al moderatore dottor Pappalardo chiudere i lavori del Convegno, davvero di spessore nella sua struttura e illuminante per una patologia le cui statistiche sono preoccupanti, ringraziando la presidente Maria Luisa Pino per aver promosso un’ iniziativa di così grande attualità e importanza nel mondo scientifico.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.