Home / Di tutto un pò / VIA G.B. IMPALLOMENI, MA QUANTE VOLTE SI DEVONO FARE LE STESSE RIPARAZIONI?

VIA G.B. IMPALLOMENI, MA QUANTE VOLTE SI DEVONO FARE LE STESSE RIPARAZIONI?

Alla REDAZIONE DI TERMINAL.

Purtroppo si ripropongono sempre gli stessi temi che necessariamente vanno segnalati considerato che il permanere sul territorio di determinate situazioni negative costituisce la solita dimostrazione che il territorio è abbandonato e non v’è anima che veda e che provveda. E’ sconfortante… ma E’ COSI’. Infatti, la Via G.B. Impallomeni ha un’altra volta bisogno di essere sottoposta a lavori di sistemazione del basolato lavico esattamente nello stesso punto che fu segnalato il 22 ottobre dell’anno 2016. Si scrisse in quella circostanza: ” […] Questo punto e proprio questo (vedi foto), ha già subito tre interventi lunghi e certamente costosi che – a giudicare dagli esiti che Le rappresento – non sono stati eseguiti  secondo le regole dell’arte (quella con la A maiuscola per intenderci).

Ebbene, dopo poco più di due anni si ripete lo stesso inconveniente che – per fortuna, stavolta – non si è ripercosso sulla tubazione idrica. Resta, però, l’amarezza di dover constatare che controlli più rigorosi e prestatori d’opera di provata capacità non sono certo il nostro pane quotidiano. Forse ognuno di noi ha dimenticato che questa strada è stata ristrutturata nel contesto dei “lavori di risanamento del Borgo antico” che costarono svariati miliardi di lire.

Con l’occasione si segnala che in un altro punto, a qualche decina di metri da quello in argomento, il basolato mostra segni di cedimento nonostante un ripristino effettuato – con notevole ritardo (27 gennaio 2016) e col criterio del pressappochismo essendo stato utilizzato, per cementare le basole, “calcestruzzo bituminoso”, piuttosto che malta cementizia. E’ proprio il colmo! – Si dovrà, quindi, ritornare sui luoghi e rifare il tutto con buona pace delle casse comunali.

Per concludere, ciliegina sulla torta: lungo tutta la Via G.B. Impallomeni, da Piazza Roma fino alla curva che immette sulla S.P. Capo Milazzo, il predetto basolato lavico presenta parecchie decine di punti con inizio di sconnessione che vanno ogni giorno peggiorando. E’ auspicabile che sia dato corso ad una esplorazione attenta, in tempi brevi, che non sia procrastinata sine die o, peggio, disattesa, ed una programmazione di interventi risolutori doverosi, stante che le situazioni segnalate sono già pericolose o lo diventeranno a breve ed hanno ovvia ed immediata ripercussione sulla sicurezza stradale, sulla quale sarebbe colpevole negligenza tacere.

Il dovere civico impone questo tipo di “collaborazione” e non giova ad alcuno girarsi dall’altra parte o fare finta di non vedere o peggio ancora tirarsi indietro “tanto, non è compito mio”.

Grazie per l’attenzione.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.