Home / Di tutto un pò / VIAGGIO SULL’ASSE VIARIO, 3^ puntata
Italpane

VIAGGIO SULL’ASSE VIARIO, 3^ puntata

7 nov, 2015 008

PROCEDIAMO SEMPRE IN PIANURA, ANCORA NON SONO ARRIVATE LE TAPPE DI MONTAGNA, E TUTTO IL GRUPPO E’ COMPATTO. OGNI TANTO QUALCUNO TENTA LA FUGA, MA MEGLIO STARE TUTTI ASSIEME AD OSSERVARE LE MERAVIGLIE DELLA STRADA PIU’ LUNGA, PIU’ TRAFFICATA E PIU’ PERICOLOSA DI MILAZZO!

Dov’eravamo arrivati? Uscita Ponente, direzione autostrada o Parco Corolla, che è lo stesso… anche se non è lo stesso. Già, perchè Parco Corolla rastrella clienti milazzesi, e da anni costituisce l’alternativa al commercio della città. Ma non divaghiamo, altrimenti ci distraiamo e non vediamo le bellezze che costellano l’asse viario. Ecco, non avevamo infatti visto le chiome dei pini che sporgono sulla carreggiata, prima del cavalcavia San Paolino – Ponente. O meglio, non avevamo visto che un autobus, davanti a noi, le aveva viste queste fronde sempreverdi, e si era spostato leggermente a sinistra facendoci sobbalzare mentre eravamo in fase di sorpasso. E se fosse successo un incidente? Di chi la colpa? Certamente dei pini, che in questo caso non sono né Carmelo, né Ragusi (il quale si troverà a rappresentare Salvini qui a Milazzo se questo dovesse essere, come sembra, il riferimento della destra, e molti di quelli che lo hanno schivato nel corso delle ultime elezioni, faranno la fila dietro la sua porta per dichiarargli incondizionata disponibilità…). Dei pini e basta. Insomma, degli alberi, e del comune, essendo l’asse viario una strada comunale! Proprio sotto il cavalcavia notiamo che il guardrail è divelto in un tratto. Un incidente, sicuramente: ma nessuno ha provveduto alla sua sostituzione, per cui in quel tratto l’automobilista non ha alcuna protezione! Nell’affrontare la curva ampia a sinistra, che ci permette di superare il cavalcavia, dobbiamo fare attenzione ai veicoli che si immettono da Ponente o da San Paolino, che sfrecciano alla nostra destra senza dare alcuna precedenza, e costituiscono un’incognita per chi procede a destra e se li troverà parati davanti! La mancanza di una segnaletica orizzontale fa il resto! Per cui… che Dio ce la mandi buona e speriamo di procedere in gruppo, senza tentennamenti fino al prossimo traguardo. Non abbiamo nessuna premura. Le condizioni climatiche sono miti, il cielo è sereno, e le foto che continuiamo a scattare dovrebbero essere chiare. Ma non sempre, per chi ha il dovere di intervenire e mettere in ordine le cose. Per il momento è tutto, a voi studio! 

(fine della 3^ puntata – continua)

Rispondi