Home / AMBIENTE / MILAZZO, Pietro Formica “ottavo Assessore”…

MILAZZO, Pietro Formica “ottavo Assessore”…

Quando il sindaco Pippo Midili ha nominato esperto a titolo gratuito il dottore agronomo Pietro Formica, non pochi a Milazzo ironizzarono che si trattava di un contentino per la sua mancata elezione.

Da novembre Pietro Formica, esperto di gestione e pinificazione sostenibile di verde pubblico e decoro urbano, si è messo subito al lavoro, facendo ricredere quanti pensavano che il suo incarico non avrebbe apportato benefici alla politica di rigenerazione urbana di Midili. I suoi interventi, con la squadra a sua disposizione e con i giardinieri ai quali ha impartito direttive, hanno cominciato a far notare la differenza: per Natale gli alberelli del centro urbano sono stati addobbati con luci, e in tanti hanno potuto notare che Milazzo aveva assunto un aspetto diverso, sicuramente migliore. Le immagini sui social hanno anche suscitato aspre critiche, ma come sempre accade, le considerazioni negative sono state fatte da chi non è competente!

Qualche sera addietro il dottor Pietro Formica, con una diretta facebook, ha voluto chiarire i punti del lavoro svolto in quattro mesi: anche lì consensi e critiche… ma è il prezzo da pagare quando in questa città si fa qualcosa!

Formica ha giustificato la potatura degli alberi di arancio amaro di via Giorgio Rizzo: era necessario salvare il ciclo vitale della pianta e con il tempo i risultati si vedranno! Anche il taglio radicale di alcune piante risponde all’esigenza di evitare pericolo alla pubblica incolumità. Si tratta di alberi “… in un’avanzato stato di precarietà e di marciume” come quelli “… abbattuti in via Cumbo Borgia, in via Impallomeni e nell’area pubblica della pineta di S. Papino, sito tra i più frequentati dalle famiglie…”

Naturale che agli interventi facciano seguito severe prese di posizione (è il caso del cespuglio di oleandri cresciuto in maniera abnorme sulla Panoramica, la cui potatura ha sollevato le solite critiche: ma si tratta dio un cespuglio che in poche settimane riprenderà vigore, un po’ come gli eucalipti di via XX Settembre…). Ma il lavoro dell’esperto sta producendo effetti positivi: un progetto prodotto con l’assessore Romagnolo per la partecipazione al bando del Ministero dell’Ambiente per il programma sperimentale di riforestazione urbana, un intervento di piantumazione ed un processo di manutenzione per sette anni nell’area del Castello dell’importo di 500 mila euro. Seguiranno le pulizie straordinarie, per dare un aspetto decoroso alla città che, come è noto, non ha un numero adeguato di dipendenti, specie nella manutenzione del verde pubblico.

Si avvicina la bella stagione: urgono interventi di pulizia straodinaria e di potatura al Capo e nella Piana. Alberi in pessimo stato, cespugli che invadono la sede stradale, erbacce che infestano i marciapiedi. E’ questo ciò che appare a chi fa una passeggiata a Capo Milazzo, punto panoramico e di richiamo turistico. Anche la Piana ha le sue esigenze, e anni di indecoroso abbandono sollecitano rapidi interventi, specie nella parte della nuova stazione ferroviaria e sulle strade di collegamento e di accesso. Non sarebbe male, una volta restituita la fruibilità in quelle zone, la presenza quotidiana di poche unità lavorative per evitare che con il passare del tempo si riformi una giungla…

Sono suggerimenti che l’esperto del Comune di Milazzo, così come ha detto nella sua diretta facebook, potrebbe accettare per pianificare i lavori. Ben vengano, assieme alle critiche costruttive, ai consigli, alle segnalazioni, se servono a far crescere Milazzo in questo suo percorso di rigenerazione urbana. Lo facciamo per dare una mano all’esperto Pietro Formica, ottavo assessore (anche se l’incarico non previsto dalla normativa) di una città che guarda al futuro con la collaborazione dei cittadini. “Ottavo assessore” che, al di là dell’incarico non ufficilizzato o della presenza in Giunta, continua a lavorare con impegno e passione per il bene della sua Milazzo. 

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.