Home / Un saluto agli amici... / PIPPO BERTE’, un anno fa…

PIPPO BERTE’, un anno fa…

Lo scorso 6 aprile, proprio un anno fa, giunse inattesa la notizia che un amico se n’era andato nel periodo forse più buio della storia della repubblica di questo XXI secolo. Era Pippo Bertè, che a gennaio aveva compiuto 67 anni, e che vedevamo spesso seduto allo Scotch Bar.

Pippo aveva un fisico immenso come immenso era il suo cuore, scrivemmo nell’immediatezza della ferale notizia. Nessuno si aspettava una partenza così improvvisa; nessuno in questo anno lo ha dimenticato; nessuno ha dimenticato quegli altri amici che sedevano al bar “dello sport” nel cuore di Milazzo e che parlavano di calcio, innamorati della gloriosa società sportiva, o tifosi di altre formazioni del campionato minore. 

Pippo Bertè era allenatore della Mamertina, e da qualche anno conviveva con qualche problema di salute. Si era ricoverato per accertamenti ma non è riuscito a tornare fra i suoi amici, che alla notizia della scomparsa sono rimasti esterrefatti.

Non ha potuto avere nemmeno il conforto di un funerale: le prime drastiche restrizioni lo hanno privato del saluto dei tantissimi amici, che ancora oggi lo ricordano e difficilmente lo dimenticheranno.

Pippo Bertè, ad un anno da quel 6 aprile 2020, è ancora lì, seduto in quella sedia dello Scotch bar… con lui tanti amici… Ci sembra di vederli tutti, passarli in rassegna ed ascoltare ancora oggi le loro discussioni, più o meno animate, di persone competenti o di semplici appassionati, con le loro teorie, le loro ragioni, le colpe dell’allenatore, la campagna acquisti sbagliata, ed i soliti sfottò… Giulio Maisano, suo cugino Giulio, Paolo Oliva, Nino Sergente, Pietro la Malfa …

Ci sembra di riascoltare quel loro vociare, tra il festoso e arrabbiato: se spesso ad avere ragione era chi gridava più di tutti, oggi la quiete, la pace, la serenità di un mondo lontano ci sembrano dire che tutti avevano ragione, nel regno dei giusti! Ciao, Pippo… un abbraccio a tutti gli altri da parte nostra! 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.