Home / Satira / BUTTARE I RIFIUTI PRIMA DELL’ORARIO E’ VIETATO!

BUTTARE I RIFIUTI PRIMA DELL’ORARIO E’ VIETATO!

spazzaturaLA LETTERA DI UN LETTORE. IL COMUNE INCASSA CIFRE NOTEVOLI!!! 

Spett. TERMINAL, voglio fare una confessione. Sono uscito di casa domenica mattina alle 7.10, con due sacchi pieni di rifiuti da mettere nei contenitori della differenziata: carta, cartoni, diverse bottiglie di vetro, lattine in alluminio, contenitori in plastica. Ho trovato i cassonetti stracolmi e non mi andava di portarli con me, in auto, né di depositarli per terra, né tanto meno di ritornare a casa con le pive nel sacco (o meglio, i rifiuti nel sacco!). Ed allora, sapete cosa ho fatto: li ho depositati nei contenitori già svuotati (!!!). In giro nemmeno un’anima viva, data l’ora! Li ho messi all’interno con delicatezza, come se volessi chiedere scusa per il gesto! Quindi, sono salito in auto, per andare a Messina, a fare visita ad un congiunto dimesso dall’ospedale. Strada facendo non ho fatto altro che pensare e ripensare al mio gesto, sicuramente sbagliato: che esempio diamo noi cittadini ai giovani? Ho pensato che la giornata era iniziata male, e mi rimordeva la coscienza per ciò che non avrei dovuto fare! Ma poi ho trovato la soluzione, che mi avrebbe reso tranquillo: autodenunciarmi al comando Vigili e pagare duecento euro: cento per ogni sacchetto. Verso le dodici sono rientrato a Milazzo. Prima di andare a casa ho pensato che 200 euro sono una bella cifra! Pazienza! La prossima volta non l’avrei fatto più. Ma c’è stato qualcosa dentro di me che, prima di confessare il reato, mi suggeriva di fare un estremo tentativo per potere risparmiare. Intanto non lavoro da qualche mese: a chi avrei dovuto cercare 200 euro per pagare il verbale? Chiedere un prestito, non se ne parla nemmeno: non lavorando, nessuno ti fa credito. Farsi notificare il verbale, e non pagarlo, significa iscrizione a ruolo sicura, con l’importo che aumenta ogni giorno di più! Non possiedo nulla, solo una macchina alla quale non ho fatto neanche passaggio di proprietà, poiché non ho i soldi necessari: è già tanto che ho pagato il bollo e l’assicurazione… Pagato? E quando? Lo sapete che non lo ricordo? Ma siamo sicuri che l’ho pagato? Va bene, poi controllo, anche questo pensiero mi mancava! No… troppe complicazioni! E se mi capita un accidenti e muoio stecchito, lascio il debito ai miei eredi? E se questi soldi non ne hanno, che succede? Che poi si danno fuoco davanti alla SERIT, o davanti al Comune? Ma i soldi per comprare la benzina? Anche se quella del fuoco è una buona idea, così uno risparmia sui costi del funerale, le ceneri si possono tenere a casa… e si evita di andare al cimitero per mettere i fiori al defunto! Basta che poi non viene qualche parente a fare visita di condoglianze, e per fare trovare la casa in ordine… usi l’aspirapolvere…  Noooo! Hai buttato il papà nella spazzatura! No, no! Una soluzione ci deve essere. Ma sì! Il cassonetto. Ritorno, metto la mano lì dentro e riprendo le buste! Le riporto a casa, e se qualcuno mi chiede cosa sto facendo…. Ma chi mi deve chiedere? Ai ROM nessuno gli chiede niente quando scavano tra i rifiuti… In caso mi fingo ROM! Ecco, questo era il cassonetto… ma…? Minchia, e quali sono i miei sacchetti? Possibile che in un paio d’ore … si sia riempito tutto il cassonetto? Ora faccio una cosa: mi apposto e vediamo se viene qualcuno a riprendersi il suo… magari per scrupolo! Sì, e così lo riportiamo a casa, e finisce tutto! 

Sono rimasto lì, vicino al cassonetto, per almeno mezzora. Ogni tanto veniva qualcuno che ne depositava uno nuovo, di sacchetto… nuovo… per modo di dire. Così ho pensato che era ora di rientrare a casa… avrei voluto telefonare, ma il cellulare è scarico… con quali soldi faccio la ricarica. NOn avete capito che non lavoro?! E i sacchetti? Pazienza, la prossima volta starò più attento! Però, questo Comune che dice di non avere soldi! Non parlo per me, che sono un povero sventurato e non so come fare per vivere… ma tutti gli altri, quelli che hanno buttato la spazzatura prima dell’orario? Ora capisco perchè non ci sono vigili in giro! Rimangono tutti in ufficio a verbalizzare i cittadini che si autodenunciano per avere buttato la spazzatura prima dell’orario! Ed hanno un sacco (non di spazzatura) di lavoro. Chissà quanto incasserà il comune con tutti questi cittadini solerti che si autodenunciano!!! Pensate un po’: cento euro a sacchetto!!! Miliardi? Milioni! 

Rispondi