Home / Un saluto agli amici... / Un saluto al sig. ITALIANO

Un saluto al sig. ITALIANO

SI E’ SPENTO NELLA GIORNATA DI OGGI a Milazzo Antonino ITALIANO. Papà di Nunziella e di Cettina, suocero del cardiologo dott. Salvatore LA ROSA e del prof. Nino GIUNTA, nonno di Valentino Italiano e di Giusy Romagnolo, il signor Italiano viveva a S. Pietro con la moglie, ed in  quella casa di Via Palombaro era continuamente circondato dall’affetto dei suoi cari. Persona disponibile e generosa, ottimo padre di famiglia, lo avevo conosciuto  venticinque anni fa e fra di noi si era instaurata una stima reciproca. Non lo vedevo da tempo, ma le sue notizie non mi mancavano; sapevo che, proprio come per tutti i nostri genitori, una volta avanti negli anni subentrano problemi di salute che danno preoccupazioni a chi sta vicino. Non sono più quelle persone forti, che non si piegano alle intemperie, che affrontano le difficoltà con coraggio e determinazione. Con il tempo diventano improvvisamente fragili ed indifese, ed ogni giorno che passa quelle stesse preoccupazioni che apparentemente non li scalfivano agitano i nostri sonni: segno che anche noi andiamo avanti negli anni, anche noi cominciamo a temere per le loro condizioni di salute. Anche noi temiamo che, da un momento all’altro, l’albero secolare possa perdere le sue foglie, non dare più riparo, essere sradicato da un soffio di vento. E’ andato via per sempre il signor Italiano, in una giornata serena di febbraio. Ha chiuso la sua vita terrena, ma ha lasciato un segno del suo passaggio. Nunziella e Cettina, le figlie che non hanno il riferimento di quel padre onesto e generoso, sono la continuazione della sua onestà e della sua generosità, così come lo sono i nipoti, Valentino, Martina, Chiara, Riccardo e Matteo. Parlando con loro, incontrando loro, sarà difficile non pensare a lui, e commuoversi per un amico che ci ha lasciati.

Alla moglie, alle figlie, ai generi, ai nipoti e a tutti i congiunti porgiamo le espressioni del nostro più sincero cordoglio.

I FUNERALI SARANNO CELEBRATI NELLA GIORNATA DI DOMANI 23 FEBBRAIO ALLE ORE 15.30, PRESSO LA CHIESA DI S. PIETRO.

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.