Home / AMBIENTE / MILAZZO, rifiuti: tempi duri per chi non rispetta le regole. Arriveranno anche le fototrappole!

MILAZZO, rifiuti: tempi duri per chi non rispetta le regole. Arriveranno anche le fototrappole!

Prot._n. 320 del 22/4/2021 – COMUNICATO STAMPA

Organizzazione servizio rifiuti, riunione al Comune tra la Caruter e gli uffici del settore Ambiente

Si è svolta questa mattina a palazzo dell’Aquila una riunione tra il sindaco Midili, il responsabile ed i funzionari dell’ufficio Ambiente  e i rappresentanti della ditta Caruter per fare il punto della situazione sul servizio avviato la scorsa settimana e conoscere la pianificazione dell’azienda per effettuare una corretta attività informativa ai cittadini.
Il responsabile della Caruter, Massimo Caruso ha spiegato che in questo periodo l’attività è partita in maniera sperimentale cercando di assicurare la raccolta in maniera costante e continua su tutto il territorio cittadino evitando ritardi o l’accumulo di rifiuti. L’azienda ha predisposto un programma che prevede la consegna dei kit di raccolta (5 contenitori) per l’utenza domestica e commerciale.
Da metà maggio incontrerà gli amministratori condominiali per stabilire la categoria di kit da fornire e sarà anche pubblicato un video informativo (nel primo anno ne sono previsti ben 52) per dare tutte le informazioni sul servizio. Saranno creati profili social e saranno operativi una App e il sito dove sarà possibile, in aggiunta ai numeri telefonici già indicati, procedere anche alla prenotazione per il ritiro degli ingombranti. Riguardo alle difficoltà che i cittadini stanno registrando, il responsabile della Caruter ha spiegato che ciò è provocato da numerosissime richieste che l’azienda sta tentando di soddisfare ma che vi sono già dei tempi di attesa. Da qui il consiglio di prenotare attraverso il sito.
Il sindaco Midili ha sottolineato che effettivamente la raccolta è partita in sordina, anche se lunedì scorso, giorno di avvio del nuovo calendario di raccolta dei rifiuti sono state raccolte a Milazzo ben 16 tonnellate di umido, cosa mai avvenuta in passato, evidenziando la necessità di operare tutti gli accorgimenti e soprattutto stabilire una interazione con i cittadini sia per un corretto conferimento, sia per evitare ritardi nella raccolta. Ha sottolineato la necessità di rispettare le indicazioni del calendario in quanto già sono stati attaccati i primi tagliandini rossi sui sacchetti non ritirati in quanto contenente un rifiuto diverso. Un invito ai cittadini a stare più attenti perché il proseguire di determinati atteggiamenti potrebbe portare a sanzioni.
E a proposito di sanzioni il sindaco ha anticipato che a breve saranno installare le fototrappole per identificare chi getta indiscriminatamente i rifiuti per strada. Quello dell’igiene ambientale è un servizio che costa parecchio ed è a carico dei cittadini. Dobbiamo fare in modo di contenere il più possibile e per quanto possibile i costi, incrementando la differenziata e al tempo stesso pretendendo che la ditta appaltatrice faccia tutto quello che è previsto nella perizia. 

 

                                                                                            L’Ufficio Stampa

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.